Navigation

Iniziativa oro BNS: UDC Sciaffusa raccomanda il "sì"

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 ottobre 2014 - 09:57
(Keystone-ATS)

La sezione UDC del canton Sciaffusa raccomanda di approvare l'iniziativa popolare "Salvate l'oro della Svizzera" in votazione il prossimo 30 novembre. Il comitato che ha lanciato l'iniziativa è formato per intero da esponenti democentristi, ma la direzione dell'UDC nazionale ha deciso venerdì scorso, con un solo voto di scarto, di raccomandare il "no".

I delegati dell'UDC svizzera non hanno avuto la possibilità di esprimersi sull'argomento nell'assemblea di sabato. I delegati cantonali di Sciaffusa hanno invece deciso ieri sera di appoggiare l'iniziativa con 40 voti favorevoli, 14 contrari e 5 astensioni.

Per sostenere l'iniziativa - che vuole obbligare la Banca nazionale svizzera (BNS) a mantenere almeno dei 20% dei suoi attivi in oro - è intervenuto ieri sera uno dei suoi promotori: il consigliere nazionale argoviese dell'UDC Luzi Stamm.

L'UDC sciaffusana ha inoltre deciso di raccomandare il "no" per gli altri due oggetti in votazione il 30 novembre prossimo, ossia l'iniziativa dell'associazione Ecopop e quella per l'abolizione dell'imposizione forfettaria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?