Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'iniziativa popolare "Radio e televisione - senza Billag" non sarà sottoposta al popolo. La raccolta delle firme non ha mobilitato a sufficienza i cittadini, scrive sulla sua pagina il comitato organizzatore Solidarische Schweiz (Svizzera solidale).

Il testo chiede che i media audiovisivi si autofinanzino, senza che la Confederazione riscuota il canone per la ricezione dei programmi.

In tutto sono state raccolte 9'536 firme al posto delle 100'000 necessarie.

L'organizzazione ricorda che per la stessa questione è in corso un'altra raccolta firme organizzata dal comitato "NoBillag". Si tratta dell'iniziativa "Sì all'abolizione del canone radiotelevisivo (Abolizione del canone Billag)". In questo caso i promotori hanno tempo fino all'11 dicembre 2015 per raccogliere le 100'000 firme necessarie.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS