Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Non passa l'iniziativa del PPD "Per il matrimonio e la famiglia, no agli svantaggi per la coppie sposate". La maggioranza dei cantoni ha detto di sì, ma il popolo, di misura (50,8% di voti) l'ha bocciata.

Si sono dovuti attendere i risultati dei cantoni Zurigo, Vaud, Ginevra e Berna per avere l'esito finale, ma già a metà pomeriggio l'istituto gfs.bern del politologo Claude Longchamp aveva avvertito: il testo sarà bocciato con il 50,5% dei voti. Alla fine la percentuale dei no è stata del 50,8%.

I cantoni contrari sono stati otto: Appenzello Esterno, Grigioni, Basilea Campagna, Basilea Città, Zurigo, Vaud, Ginevra e Berna.

Il Ticino ha detto di sì con 77'876 voti (54,72%), il Grigioni ha detto di no con 40'535 (50,58%) schede.

Non è giusto, secondo l'iniziativa, che diverse migliaia di coppie sposate paghino più imposte e ricevano una pensione inferiore a quella dei concubini. Per le coppie sposate, infatti, i redditi - da lavoro e patrimonio - vengono sommati, e quindi tassati di più. Nonostante le riforme degli ultimi anni decise a livello cantonale, circa 80 mila coppie sposate formate da coniugi che lavorano e con un reddito totale elevato devono all'erario federale una somma maggiore rispetto ai concubini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS