Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le bocce non sono ancora ferme, ma tutto è ormai deciso: l'iniziativa UDC per l'espulsione degli stranieri che commettono reati è stata oggi chiaramente respinta alle urne.

La proiezione SSR dà il no al 59%, un dato confermato anche dai risultati definitivi, che interessano finora dieci cantoni e che vedono i contrari al 56%.

Hanno votato sì finora solo tre cantoni: Obvaldo (al 52,6%), Uri (51,6%) e Nidvaldo (50,7%). Con questi - e con quelli che eventualmente si aggiungeranno - si vedrà allineare anche il Ticino, con un risultato ben più marcato: dopo lo spoglio di 131 comuni su 135 il sostegno è infatti al 59,3%.

I Grigioni hanno per contro optato per il no al 58,2%. Il fronte degli oppositori ha convinto anche Basilea Campagna, Zugo, Soletta, Argovia, Glarona e Appenzello Esterno.

Nelle prime reazioni gli esponenti UDC hanno chiesto il rispetto delle promesse avanzate dai contrari durante la campagna di votazione. I democentristi auspicano un'applicazione rigorosa della normativa decisa dal parlamento per mettere in pratica la prima iniziativa, quella del 2010.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS