Navigation

Internet gratis su 2500 treni a lunga percorrenza entro un anno

I test con l'app "FreeSurf FFS" sono stati positivi. KEYSTONE/ADRIAN REUSSER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 dicembre 2019 - 12:23
(Keystone-ATS)

I viaggiatori sui treni delle linee a lunga percorrenza potranno connettersi gratuitamente a Internet entro la fine del 2020. Lo hanno comunicato oggi le FFS, secondo cui il bilancio delle prove svolte sulla rete di telefonia mobile è da considerarsi positivo.

Le Ferrovie federali hanno testato da maggio la navigazione sul web a bordo di 44 InterCity, in collaborazione con gli operatori Salt e Sunrise. "La tecnologia usata funziona perfettamente", scrivono in una nota.

L'applicazione "FreeSurf FFS", necessaria per usufruire dell'offerta, è stata scaricata 40'000 volte. Circa 3000 clienti vi hanno fatto ricorso regolarmente, precisano le FFS.

Sulla base di questi riscontri incoraggianti, la navigazione gratuita sarà estesa a 2500 treni. Stando all'ex regia federale, gli operatori interessati potranno annunciarsi a partire dai primi mesi del 2020. Si sta anche studiando una soluzione per i turisti stranieri.

FreeSurf FFS, sottolinea l'azienda, sfrutta "l'eccellente copertura della rete mobile lungo le linee ferroviarie svizzere". La tecnologia impiegata si basa su dei piccoli trasmettitori a bassa potenza chiamati beacon e su un Bluetooth. Rispetto a un Wi-Fi questo sistema garantisce una connessione più rapida e fluida, riducendo inoltre di parecchio le tempistiche per l'implementazione sui treni da parecchi anni a qualche mese.

Per quanto riguarda il traffico internazionale, invece, le FFS equipaggeranno i propri convogli Astoro e Giruno con un Wi-Fi, dato che all'estero spesso la copertura mobile non è altrettanto buona. I passeggeri che transitano a bordo di EuroCity attraverso il San Gottardo o il Sempione avranno accesso gratuito su tutti i nuovi Giruno dal cambiamento d'orario 2020 e poi progressivamente dal 2021 anche sugli Astoro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.