Navigation

Intesa Netanyahu-Gantz per il governo

Benny Gantz e Benyamin Netanyahu hanno trovato un'intesa. KEYSTONE/EPA/ABIR SULTAN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 aprile 2020 - 21:31
(Keystone-ATS)

Benny Gantz e Benyamin Netanyahu hanno firmato l'intesa per un governo di emergenza nazionale in Israele. Lo hanno annunciato il Likud e Blu-Bianco in un comunicato congiunto.

L'intesa mette fine ad un periodo di crisi politica durato più di un anno e segnato da tre tornate elettorali. L'accordo prevede una rotazione nella premiership tra Netanyahu e Gantz. Il primo a guidare il governo per 18 mesi sarà l'attuale premier, poi toccherà a Gantz.

"Ho promesso ad Israele un governo di emergenza nazionale che operi per salvare le vite umane ed il lavoro dei cittadini di Israele. Continuerò a fare tutto il possibile per voi, cittadini di Israele", ha detto Netanyahu.

"Abbiamo impedito una quarta tornata elettorale. Difenderemo la democrazia. Combatteremo il coronavirus e avremo cura dei cittadini di Israele", ha invece dichiarato Gantz.

Aspre invece le voci provenienti dalla Palestina. "La formazione di un governo di annessione israeliano significa porre fine alla soluzione dei due stati e lo smantellamento dei diritti del popolo palestinese come stabilito dal diritto e dalle risoluzioni internazionali", ha scritto su Twitter il primo ministro palestinese Mohammad Shtayyeh.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.