Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel 2015, i 26 uffici cantonali dell'AI hanno integrato professionalmente 20'119 persone invalide. Rispetto all'anno precedente (19'578) vi è stato un aumento di 541 persone, ha comunicato oggi la Conferenza degli uffici AI (CUAI).

Nei 20'119 integrati sono comprese le persone mantenute in occupazione, i trasferimenti all'interno di un'azienda e i beneficiari di una rendita presso un nuovo datore di lavoro, è indicato nel comunicato. Non sono invece presi in considerazione i posti di formazione o di stage.

Gli uffici dell'AI si occupano dell'integrazione - se possibile veloce - degli assicurati nel mondo del lavoro. Un intervento rapido permette di evitare che i problemi di salute diventino cronici e può assicurare il mantenimento nella vita professionale.

Per la CUAI, questa soluzione migliora la qualità di vita delle persone coinvolte e consente all'assicurazione invalidità (AI) di risparmiare grossi costi. Inoltre, le aziende hanno la possibilità di fare esperienze positive.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS