Navigation

Investimenti, ricchi guardano sempre più ad ambiente e società

Gli investitori facoltosi cercano sia l'effetto ambientale che il guadagno. KEYSTONE/AP/Rick Bowmer sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 ottobre 2020 - 14:00
(Keystone-ATS)

Sempre più ricchi investono guardando anche a criteri sociali e ambientali: la quota di privati e fondazioni che, oltre alla redditività, considera anche questi aspetti nell'allestimento del portafoglio è salita al 35% nel 2020, contro il 20% osservato l'anno prima.

È quanto emerge da uno studio realizzato dalla società di consulenza Campden Wealth e dalla banca Barclays. Le persone facoltose puntano ad ampliare i loro investimenti in particolare nei settori della sanità, dell'alimentazione e dell'agricoltura. Si muovono ormai nell'ambito del cosiddetto impact investing, cioè appunto la strategia di investimento che combina i guadagni con l'intenzione di avere un effetto positivo sul fronte ecologico o sociale.

I ricchi interpellati nell'ambito di un sondaggio hanno descritto la crisi del coronavirus come un campanello d'allarme a tal proposito. Alla base della motivazione di agire figura peraltro sì l'obiettivo di rendere il mondo un posto migliore, ma anche l'aspettativa che questo stile di investimento renderà di più in futuro.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.