La Svizzera è al decimo posto dei paesi che investono di più in Africa. Gli investimenti diretti verso questo continente sono triplicati negli ultimi quindici anni, toccando quota 13,5 miliardi di franchi.

Tra il 2000 e il 2016 è inoltre più che raddoppiato il numero di dipendenti di imprese con sede in Svizzera che lavorano in Africa, indica l'associazione Swiss-African Business Circle in un rapporto annuale, pubblicato oggi per la prima volta. Da 63'333 si è infatti passati a circa 140'000 lavoratori.

"Anche se la Svizzera rappresenta il decimo paese che investe di più nel continente africano, le informazioni relative a relazioni d'affari su questo asse sono piuttosto rare e frammentarie", sostiene Verena Utzinger, presidente dell'associazione.

Nel 2017, i volumi di scambio tra Svizzera e Africa hanno raggiunto i 5,2 miliardi di franchi, ovvero l'1,3% degli scambi commerciali globali della Confederazione. Un'evoluzione che rimane stabile da circa una decina d'anni. Tenendo conto dell'oro, l'ammontare si eleva a 12,1 miliardi e rappresenta il 2,2% degli scambi globali commerciali. Gli autori del rapporto sottolineano che il 75% degli scambi avviene con Sudafrica, Egitto, Nigeria, Marocco, Tunisia e Algeria.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.