Navigation

Ira Trump contro proposta rinominare basi militari

Il presidente statunitense Donald Trump KEYSTONE/AP/Patrick Semansky sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 giugno 2020 - 21:27
(Keystone-ATS)

"La nostra storia di nazione più grande al mondo non sarà manomessa. Rispettate il nostro esercito!".

L'ira di Donald Trump si abbatte sulla proposta di rinominare le basi militari degli Stati Uniti che portano i nomi di eroi confederati, avanzata dagli stessi vertici del Pentagono.

Un episodio che rischia di alimentare le tensioni tra il presidente e il segretario alla difesa Mark Esper.

"È stato suggerito di rinominare almeno dieci delle nostre leggendarie basi militari, come Fort Bragg in North Carolina, Fort Hodd in Texas, Fort Benning in Georgia", scrive Trump su Twitter.

"Queste potenti e monumentali basi sono diventate parte dell'eredità della nostra grande storia, una storia di vincitori, di vittorie e di libertà", prosegue il presidente americano: "Abbiamo addestrato e schierato i nostri eroi in territori sacri, e hanno vinto due guerre mondiali. Perciò la mia amministrazione non prenderà mai in considerazione di rinominare queste magnifiche e mitiche installazioni".

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.