Navigation

Iran: "Europa per ora non contesterà accordo nucleare"

Teheran KEYSTONE/PETER KLAUNZER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 febbraio 2020 - 10:04
(Keystone-ATS)

L'Iran avrebbe convinto i partner europei dell'accordo sul nucleare - Francia, Germania e Gran Bretagna - a non avviare "per il momento" il meccanismo di risoluzione delle dispute sull'intesa, a seguito del quale Teheran aveva minacciato di uscirne definitivamente.

Lo ha annunciato il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Abbas Mousavi.

Se avviato, il meccanismo potrebbe portare in ultima istanza al ripristino delle sanzioni Onu alla Repubblica islamica. Di fronte a questa eventualità, Teheran aveva minacciato di ritirarsi anche dal Trattato di non proliferazione nucleare.

"I ragionamenti e gli argomenti dell'Iran e la lettera di 14 pagine sulla questione inviata dal ministro degli Esteri, Mohammad Javad Zarif", all'Alto rappresentante Ue, Josep Borell, "li hanno convinti a bloccare per il momento il meccanismo", ha detto Mousavi, citato dall'Irna.

Oggi Borrell è atteso a Teheran. "I colloqui con Zarif saranno franchi e a questo punto speriamo in una cooperazione", ha aggiunto il portavoce.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.