Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il parlamento iraniano

KEYSTONE/AP Canadian Press

(sda-ats)

Oltre un terzo del Parlamento iraniano uscente, ovvero 103 deputati su 290, ha chiesto al presidente della Repubblica Hassan Rohani di annullare l'accordo sul nucleare, se - sostengono - gli Stati Uniti continueranno a non rispettarlo.

La petizione propone di imporre una scadenza a Washington affinché cambi atteggiamento: dopodiché l'Iran dovrebbe rivedere i propri impegni e riprendere a pieno ritmo il programma nucleare.

I deputati, tutti dell'ala fondamentalista, denunciano la politica "perversa " statunitense, che "non restituisce alla Repubblica islamica i beni congelati, non si impegna a rimuovere le sanzioni e continua a intossicare l'atmosfera".

Si tratta di uno degli ultimi atti del nono Majlis. Il decimo, emerso dalle elezioni parlamentari dello scorso febbraio e dove i riformisti pro-Rohani hanno una maggioranza relativa, si insedierà il 24 maggio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS