Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ventinove tra i più importanti scienziati nucleari americani, inclusi cinque premi Nobel, hanno inviato una lettera al presidente Barack Obama lodando l'accordo sul nucleare iraniano raggiunto a luglio.

Lo riferisce il New York Times, in cui si spiega che nella lettera sono stati utilizzati tante volte i termini "innovativo" e "rigoroso" per un'intesa che può essere un considerata un "modello per i futuri accordi di non proliferazione".

Gli scienziati hanno tra l'altro spiegato che l'Iran era "a sole poche settimane di distanza" dal poter produrre abbastanza combustibile per ottenere armi nucleari. L'intesa, inoltre, prevede "procedure di verifica importanti, alcune fino al 2040, e altre che durano all'infinito", sul rispetto dei paletti da parte di Teheran.

La maggior parte dei firmatari sono fisici (tra cui Richard L. Garwin, che contribuì a progettare la prima bomba all'idrogeno) che hanno accesso ad informazioni sensibili e che per decenni sono stati consulenti del Congresso, della Casa Bianca e di diverse agenzie federali.

La loro lettera di plauso all'accordo costituisce quindi un endorsement importante per Obama, in vista del voto al Congresso che entro il 17 settembre dovrà ratificare l'accordo, con i repubblicani sul piede di guerra.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS