Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Urne aperte in Iran per il secondo turno delle elezioni parlamentari (foto d'archivio)

/AP/VAHID SALEMI

(sda-ats)

Si sono aperte stamane in Iran, alle 8:00 ora locale, le urne per il secondo turno delle elezioni parlamentari, in cui dovranno essere designati i 68 deputati che ancora mancano per completare i 290 seggi del nuovo Parlamento o Majilis.

Tra i 212 eletti nel primo turno dello scorso 26 febbraio, il blocco dei riformisti moderati, sostenitori della politica di apertura all'Occidente del presidente della Repubblica Hassan Rohani, avevano conquistato 86 seggi. I fondamentalisti-conservatori legati alla Guida Suprema, ayatollah Ali Khamanei, 67 seggi e il resto era andato ad indipendenti.

Oggi si vota in quelle circoscrizioni dove nessun candidato aveva raggiunto il quorum minimo del 25% delle preferenze, soprattutto nelle campagne e nei piccoli centri. Diciannove milioni di elettori dovranno tornare alle urne e la loro scelta sarà determinante per chiarire se i riformisti avranno una maggioranza sicura in Parlamento a sostegno di Rohani oppure no.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS