Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TEHERAN - L'Iran continuerà a produrre uranio arricchito al 20% anche se raggiungerà un accordo con le grandi potenze per importarlo dall'estero. Lo ha affermato la deputata Zohreh Elahian, membro della commissione Affari esteri e Sicurezza nazionale del Parlamento, sottolineando che questa è la richiesta di una legge votata recentemente dall'assemblea.
"Tenuto conto della legge approvata dal Parlamento sulla difesa dei progressi in campo nucleare, nei negoziati nessuna restrizione deve essere imposta alla produzione di combustibile al 20% di arricchimento", ha detto la Elahian, citata dall'agenzia Fars.
Ali Akbar Salehi, il capo dell'Organizzazione iraniana per l'energia atomica, aveva detto venerdì in un'intervista all'agenzia Mehr che Teheran potrebbe decidere di sospendere temporaneamente l'arricchimento al 20% in caso di accordo per l'importazione dall'estero del combustibile necessario per alimentare un reattore con finalità mediche.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS