Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Diplomatici americani hanno riferito che gli Stati Uniti e l'Iran sono vicini ad un'intesa che permetta a Teheran di mantenere buona parte della propria tecnologia sull'uranio arricchito, in cambio di una riduzione delle sue capacità di produrre armi nucleari. Le fonti hanno precisato che tale compromesso metterebbe fine al braccio di ferro tra l'Iran e le potenze occidentali sul nucleare.

Secondo i due diplomatici, il compromesso potrebbe permettere all'Iran di mantenere le sue circa 10'000 centrifughe, ma con la possibilità che vengano riconfigurate per ridurre il totale di uranio arricchito che producono.

Uno dei due diplomatici ha aggiunto che l'intesa potrebbe includere limitazioni e controlli al suo programma. All'Iran inoltre sarebbe permesso di conservare solamente una specifica quantità di uranio dopo l'arricchimento nelle centrifughe. Teheran si impegnerebbe poi a esportare buona parte dell'uranio arricchito che produce in modo che nel paese non ne resti una quantità sufficiente a produrre la bomba.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS