Navigation

Iran: giornalista condannata a un anno di reclusione

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2010 - 18:37
(Keystone-ATS)

TEHERAN - Una giornalista iraniana, Mahsa Amrabadi, arrestata lo scorso anno durante le manifestazioni di protesta contro la rielezione del presidente Mahmud Ahmadinejad, è stata condannata a un anno di reclusione. Lo riferisce oggi il sito dell'opposizione Kaleme.
La giornalista, che aveva lavorato per il giornale dell'opposizione Etemad Melli, poi messo al bando, è stata riconosciuta colpevole di "propaganda contro il sistema" di governo islamico.
La Amrabadi ha trascorso due mesi e mezzo in carcere prima di essere rilasciata su cauzione. Suo marito, Massud Bastani, anch'egli giornalista, sta scontando una condanna a sei anni di reclusione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.