Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Segnali di pessimismo dal ministro degli esteri britannico, Philip Hammond, sull'andamento dei negoziati fra Teheran e il gruppo dei 5+1 (Usa, Russia, Cina, Francia, Germania, Gran Bretagna) sui programmi nucleari iraniani.

"I progressi sono penosamente lenti", ha detto oggi Hammond, citato dalla Bbc, a proposito degli ultimi colloqui, a cui partecipano anche Onu e Ue. Proprio oggi dagli Usa è giunta notizia d'un ulteriore slittamento di qualche giorno, fino al 13 luglio, della scadenza per un accordo definitivo.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS