Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TEL AVIV - Esiste un tacito assenso da parte di alcuni Stati arabi a un attacco israeliano preventivo contro le infrastrutture nucleari iraniane per impedire a Teheran di armarsi con ordigni atomici: lo ha affermato oggi il viceministro israeliano per lo svilUppo del Negev e della Galilea Ayub Kara (Likud) in una conferenza tenuta a Beer Sheba.
"Messaggi del genere sono stati inoltrati al premier Benyamin Netanyahu" ha detto Kara. "Quei Paesi hanno promesso di sostenere tacitamente un attacco israeliano in Iran", ha assicurato, senza precisare di quali Paesi si tratti. Kara, secondo il sito web di Maariv, ha aggiunto che messaggi di questo tenore sono giunti anche da "paesi islamici estremisti".
Secondo Maariv, Kara ha generato nel pubblico l'impressione che, in assenza di sanzioni "paralizzanti" nei confronti dell' Iran, a Israele non resterà altra scelta che passare all'azione. Citando un versetto della Bibbia, ha osservato che "quando uno si appresta ad ucciderti, devi eliminarlo precedendolo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS