Navigation

Iran: Israele, tacito assenso arabi nostro attacco

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 marzo 2010 - 13:26
(Keystone-ATS)

TEL AVIV - Esiste un tacito assenso da parte di alcuni Stati arabi a un attacco israeliano preventivo contro le infrastrutture nucleari iraniane per impedire a Teheran di armarsi con ordigni atomici: lo ha affermato oggi il viceministro israeliano per lo svilUppo del Negev e della Galilea Ayub Kara (Likud) in una conferenza tenuta a Beer Sheba.
"Messaggi del genere sono stati inoltrati al premier Benyamin Netanyahu" ha detto Kara. "Quei Paesi hanno promesso di sostenere tacitamente un attacco israeliano in Iran", ha assicurato, senza precisare di quali Paesi si tratti. Kara, secondo il sito web di Maariv, ha aggiunto che messaggi di questo tenore sono giunti anche da "paesi islamici estremisti".
Secondo Maariv, Kara ha generato nel pubblico l'impressione che, in assenza di sanzioni "paralizzanti" nei confronti dell' Iran, a Israele non resterà altra scelta che passare all'azione. Citando un versetto della Bibbia, ha osservato che "quando uno si appresta ad ucciderti, devi eliminarlo precedendolo".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?