Navigation

Iran: Khamenei, 'nessun colloquio con Usa'

La Guida suprema iraniana, Ali Khamenei, non ha nessuna intenzione di avere colloqui con gli Stati Uniti KEYSTONE/AP Office of the Iranian Supreme Leader sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 settembre 2019 - 09:39
(Keystone-ATS)

"Non ci sarà alcun colloquio con gli Usa a qualsiasi livello": lo ha detto la Guida suprema iraniana, Ali Khamenei, ponendo fine così alle ipotesi di un incontro tra i presidenti degli Stati Uniti e dell'Iran alle Nazioni Unite questo mese.

Lo riporta la tv statale iraniana. "Se gli Usa si pentono e tornano al Jcpoa (l'accordo sul nucleare iraniano, ndr), allora possono venire a dialogare con l'Iran tra gli altri membri dell'intesa. Altrimenti nessun negoziato avrà luogo tra la Repubblica islamica e funzionari Usa a nessun livello, né a New York né altrove", ha assicurato Khamenei, citato dal suo sito ufficiale.

Secondo la Guida di Teheran, lo stop a eventuali trattative è frutto di una decisione "unanime" presa insieme al presidente Hassan Rohani e al ministro degli Esteri Mohammad Javad Zarif. "I negoziati con gli Stati Uniti sono un'imposizione delle loro richieste all'Iran" e quindi "i negoziati sono un successo della politica di massima pressione degli Stati Uniti", ha spiegato Khamenei.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.