Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Se Israele ci attacca, raderemo al suolo Tel Aviv e Haifa. Lo ha minacciato la guida suprema iraniana l'ayatollah Ali Khamenei in occasione del capodanno iraniano mentre il presidente Usa Barack Obama è in visita in Israele e nei Territori.

"Il regime sionista non è così grande da darci fastidio", ha premesso la Guida suprema, ma i suoi dirigenti "ci minacciano, minacciano di lanciare un'invasione militare ma penso che dovrebbero sapere che se commetteranno il più piccolo errore la Repubblica islamica raderà al suolo Tel Aviv e Haifa".

Khamenei ha pronunciato la frase elencando poi i quattro "nemici" dell'Iran (Israele, Usa, Gran Bretagna e Francia). Non è la prima volta che l'Iran lancia simili minacce contro Israele.

Riferendosi ai "messaggi" di auguri lanciati dal presidente americano Barack Obama al popolo iraniano, Khamenei ha sostenuto che l'occidente nasconde "un pugno di ferro dentro un guanto di velluto" perché continua a imporre sanzioni contro il programma nucleare della Repubblica islamica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS