Navigation

Iran: Lavrov, sanzioni mirate a soffocare economia

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 gennaio 2012 - 09:41
(Keystone-ATS)

Le nuove sanzioni occidentali contro l'Iran sono mirate ad "asfissiare l'economia della Repubblica Islamica" e "probabilmente a suscitare malcontento nella popolazione". Lo ha dichiarato oggi Sergei Lavrov, ministro degli esteri russo nella sua annuale conferenza stampa a Mosca.

"Le nuove sanzioni unilaterali contro l'Iran non hanno nulla a che fare col desiderio di combattere la proliferazione nucleare", ha detto Lavrov.

Il ministro Lavrov ha aggiungendo che lo scopo delle nuove sanzioni contro Teheran sarebbe "fiaccare l'economia iraniana e aggravare la situazione della popolazione". La Russia, ha spiegato inoltre Lavrov, è contraria a ogni tipo di sanzioni unilaterali, che "indeboliscono l'autorità del Consiglio di Sicurezza Onu".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?