Navigation

Iran: media, Trump autorizzò uccisione Soleimani 7 mesi fa

Un manifesto col ritratto del generale iraniano Qassem Soleimani appeso dopo la sua morte. KEYSTONE/AP/VS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2020 - 14:54
(Keystone-ATS)

Il presidente degli Usa Donald Trump autorizzò l'uccisione del generale iraniano Qassem Soleimani sette mesi fa, imponendo però condizioni.

Se le indiscrezioni si rivelassero accurate la versione ufficiale dell'amministrazione, ovvero quella che Soleimani stesse mettendo a punto un imminente attacco, traballerebbe.

Secondo le indiscrezioni citate dai media americani, Trump aveva dato il via libera a procedere nel caso in cui la crescente aggressione iraniana si fosse tradotta nella morte di un americano. Trump si era comunque riservato il via libera definitivo all'operazione speciale per uccidere Soleimani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.