Navigation

Iran: navi in fiamme, nuovo sospetto sabotaggio

Bushehr ospita una centrale atomica. Secondo quanto riferito, tra i siti colpiti vi sarebbero anche alcuni impianti del programma nucleare iraniano. Keystone/AP/VAHID SALEMI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 luglio 2020 - 18:40
(Keystone-ATS)

Nuovo misterioso incidente in Iran, dopo i sospetti sabotaggi stranieri dei giorni scorsi. Almeno sette navi hanno preso fuoco nei cantieri navali di Delvar Kachti nel porto sudoccidentale di Bushehr, sul Golfo Persico.<

Lo riferisce l'agenzia Irna, precisando che non risultano vittime. I vigili del fuoco sono al lavoro per cercare di domare le fiamme nella zona meridionale del porto, dove si segnalano fitte nubi di fumo nero.

Si tratta dell'ultimo di una serie di incidenti, soprattutto incendi ed esplosioni, avvenuti nella Repubblica islamica con cadenza quasi quotidiana da un paio di settimane.

Teheran ha sempre negato una regia straniera, parlando di episodi casuali, ma secondo diversi analisti almeno alcuni potrebbero essere riconducibili a cyber-attacchi di paesi ostili, in particolare Israele.

Tra i siti colpiti ci sono anche alcuni impianti del programma nucleare iraniano.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.