Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu

KEYSTONE/AP Pool Reuters/RONEN ZVULUN

(sda-ats)

"Il presidente Donald Trump mi ha parlato dell'aggressione iraniana, dell'impegno di Teheran a distruggere Israele, della natura di questo accordo sul nucleare e del pericolo che esso rappresenta".

Lo ha detto il premier israeliano Benyamin Netanyahu riferendo del colloquio telefonico avuto col presidente americano.

Le sue parole sono giunte in occasione della celebrazione ufficiale del Giorno internazionale della Memoria in cui Netanyahu ha collegato la Shoah alle minacce iraniane di distruggere Israele.

"Il maggiore pericolo che fronteggiamo, di odio per il popolo e lo Stato ebraico viene da Est - ha detto il premier. - Viene dall'Iran, viene dal regime degli ayatollah che sta ravvivando queste fiamme e che invoca pubblicamente la distruzione totale del popolo ebraico".

Finora, ha lamentato, le minacce iraniane erano seguite a livello internazionale da un "silenzio assordante". "Ma adesso - ha concluso, riferendosi al contenuto del colloquio con Trump - credo che ciò cambierà".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS