Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono ripresi stamane a Losanna i negoziati sul programma nucleare iraniano a poche ore della scadenza del 31 marzo per giungere ad un accordo tra le sei potenze del 5+1 e l'Iran.

È assente il capo della diplomazia russa Serghiei Lavrov, tornato ieri a Mosca ma intenzionato a tornare nella città sul Lemano nel pomeriggio."Le possibilità di un accordo sono elevate", ha detto stamane Lavrov a Mosca.

Ma queste chance - ha aggiunto - sono del tutto realizzabili se nessuno dei partecipanti aumenterà la posta in gioco all'ultimo minuto, nella speranza di ottenere qualcosa in più invece di mantenere l'equilibrio degli interessi". Questo equilibrio di interessi, ha aggiunto, "al momento si sta formando".

Le sanzioni del Consiglio di sicurezza dell'Onu dovranno essere revocate dopo che il sestetto di mediatori e l'Iran raggiungeranno un accordo, ha detto ancora Lavrov. Quanto alle sanzioni unilaterali contro Teheran, ha aggiunto, si tratta di una questione tra l'Iran e gli Stati che le hanno imposte.

Prima della riunione con il ministro degli esteri dell'Iran Mohammad Javad Zarif c'è stata una consultazione tra i ministri dei Paesi del 5+1 (Usa, Gb, Francia, Russia, Cina più la Germania) e l'Alto rappresentante della politica estera dell'Ue, Federica Mogherini.

Ieri sera il segretario di Stato Usa John Kerry, a Losanna da giovedì scorso, aveva parlato di in "un piccolo spiraglio di luce" ma anche di "punti complicati" ancora da risolvere. Il viceministro degli Esteri iraniano Seyed Abbas Araqchi spera dal canto suo che "i negoziati possano concludersi martedì o mercoledì. Ma non ci sono garanzie. Rimangono alcune questioni su cui le due parti devono decidere".

L'obiettivo dei colloqui di Losanna è di giungere ad un'intesa preliminare che garantisca la natura esclusivamente pacifica del programma nucleare iraniano in cambio di una revoca delle sanzioni economiche internazionali che colpiscono Teheran. La scadenza per un accordo finale e dettagliato è invece fissata per fine giugno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS