Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama prosegue nel suo sforzo di rassicurare e convincere sulla validità dell'accordo sul nucleare iraniano, negoziato con Teheran e in attesa di ratifica al Congresso americano.

Promette che gli Stati Uniti manterranno la pressione sull'Iran sul piano economico e che, in caso di violazioni (ovvero la costruzione dell'atomica da parte dell'Iran, che l'accordo si prefigge di scongiurare), tutte le opzioni restano sul tavolo, anche quella militare.

Lo ha scritto in una lettera indirizzata al deputato democratico Jerrold Nadler, ma è un appello che rivolge all'intero partito democratico.

Il presidente americano non deve infatti soltanto superare l'opposizione dei repubblicani che dominano il Congresso, ma anche convincere i democratici, non ancora compatti. Nelle ultime ore due altri senatori democratici, Claire McCaskill e Joe Donnelly, hanno palesato il loro sostegno all'accordo, portando a 26 il numero dei democratici in Senato che si sono dichiarati favorevoli alla ratifica.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS