Navigation

Iran: Pasdaran, pronti a reprimere le proteste

Una stazione di servizio bruciata nel corso delle proteste. KEYSTONE/EPA/STRINGER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2019 - 12:06
(Keystone-ATS)

Le Guardie della rivoluzione islamica in Iran avvisano i manifestanti anti-governativi scesi in piazza nelle proteste contro il caro benzina di essere pronte a reagire con forza a qualsiasi azione che crei insicurezza nel Paese.

"I recenti incidenti sono stati provocati dai malvagi funzionari Usa, oltre che dai criminali Mojaheddin del Popolo (Mko) e dall'ignobile famiglia del deposto scià dell'Iran, Mohammadreza Pahlavi", scrivono i Pasdaran in una nota.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.