Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro degli Esteri britannico Philip Hammond riaprirà oggi l'ambasciata inglese a Teheran, a quattro anni dalla chiusura seguita a violente manifestazioni. Lo riporta l'agenzia Reuters, ripresa dal Guardian online.

"Le nostre relazioni sono migliorate dal 2011", afferma Hammond, aggiungendo che contemporaneamente l'Iran riaprirà la sua ambasciata a Londra.

"La riapertura nostre ambasciate è un passo fondamentale per migliorare le relazioni bilaterali - prosegue il ministro degli Esteri britannico -. Prima di tutto si vuole garantire che l'accordo nucleare sia un successo, anche incoraggiando commercio e investimenti tolte le sanzioni".

"Gran Bretagna e Iran dovrebbero anche essere pronti a discutere le sfide che entrambi affrontiamo, come il terrorismo, la stabilità regionale, la diffusione dell'Isis in Siria e in Iraq, la lotta al narcotraffico e l'immigrazione", conclude Hammond.

Quella di oggi sarà la prima visita di un ministro degli Esteri britannico in Iran dal 2003.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS