Navigation

Iran: sisma nel nord-est, almeno 110 feriti

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 luglio 2010 - 21:12
(Keystone-ATS)

TEHERAN - È salito ad almeno 110 feriti il bilancio del terremoto di magnitudo 5,7 gradi Richter che ha colpito oggi il nord-est dell'Iran, secondo quanto scrivono le agenzie di stampa iraniane. Sul posto sono al lavoro squadre di soccorso per recuperare le persone sepolte sotto le macerie.
La scossa - dice l'unità di crisi della provincia di Razavi Khorassan citata dall'Isna - è avvenuta alle 18:21 locale (le 15:51 svizzere), a una profondità di sette chilometri nella crosta terrestre, con epicentro fra le città di Baygh e Torbat-Heydarieh, ed è stata avvertita anche in altre città.
"Tre ore dopo il terremoto il numero dei feriti è passato a 110, uno dei quali è in gravi condizioni", dice il prefetto di Torbat-Heydarieh, Mojtaba Sadeghian, aggiungendo che "alcune persone sono imprigionate dalle macerie e la possibilità che ci siano dei morti è grande".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.