Navigation

Iran: Zarif, nessun problema su scambio prigionieri con Usa

Qualunque operazione riguardo allo scambio di prigionieri verrebbe condotta attraverso l'ambasciata svizzera a Teheran, ha affermato il ministro degli esteri iraniano Mohammad Javad Zarif. KEYSTONE/AP/Alexander Zemlianichenko sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 maggio 2020 - 13:57
(Keystone-ATS)

"Ogni possibile scambio di prigionieri tra Iran e Stati Uniti può avvenire senza problemi e non occorrono negoziati".

Lo ha detto il ministro degli esteri iraniano Mohammad Javad Zarif, confermando che qualunque operazione al riguardo verrebbe condotta attraverso l'ambasciata svizzera a Teheran, che rappresenta gli interessi degli Stati Uniti nella Repubblica islamica.

Ieri il portavoce dell'esecutivo iraniano Ali Rabiei aveva espresso la disponibilità di Teheran a uno scambio, precisando che non c'è però ancora stata una risposta da parte di Washington. Secondo i media della Repubblica islamica, l'eventuale scambio potrebbe riguardare il 60enne professore iraniano Sirous Asgari e il 47enne ex ufficiale della marina degli Usa Michael White.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.