È salito a 31 il numero delle persone uccise in una serie di attentati che hanno colpito varie città dell'Iraq nelle ultime 24 ore. Tra le vittime anche sei bambini. Lo riferiscono fonti mediche e di polizia.

Gli attacchi sono avvenuti a Mossul e nella regione di Baquba. I terroristi hanno usato in un paio di casi auto imbottite di esplosivo, in altri hanno aspettato le loro vittime ammazzandole mentre tornavano a casa o mentre stavano giocando a calcio.

Questi ultimi morti portano a 190, dall'inizio di luglio, il numero delle vittime di violenze che hanno visto quasi sempre contrapposti i sunniti agli sciiti. Questi ultimi sono al potere e vengono accusati di compiere spesso arresti arbitrari e violenze gratuite contro la minoranza sunnita che era al potere ai tempi di Saddam Hussein.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.