Le 46 infermiere indiane intrappolate nel conflitto in Iraq sono state liberate dai ribelli jihadisti. Lo ha detto oggi il governatore dello stato indiano del Kerala, Oommen Chandy, ai giornalisti.

Le donne sono in viaggio verso l'aeroporto di Erbil, nella regione del Kurdistan e sono in contatto con le autorità indiane che hanno organizzato un volo speciale per il rimpatrio previsto per domani mattina.

Da metà giugno le infermiere, originarie del Kerala, erano intrappolate in un ospedale di Tikrit a causa dei furiosi combattimenti tra i ribelli sunniti e l'esercito regolare. Alcune erano state leggermente ferite. Ieri erano state prelevate da alcuni militanti dell'Isis e portate con un autobus a Mosul, città controllata dagli insorti.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.