Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È di 20 morti e una quarantina di feriti, secondo fonti della sicurezza citate dalla tv panaraba Al Jazira, il bilancio di un attacco coordinato contro sedi governative nel centro di Baghdad, che ha visto anche alcuni terroristi penetrare nel ministero della Giustizia prima di essere uccisi in intervento delle forze speciali.

L'attacco è avvenuto intorno alle 13:30 (le 11:30 ora svizzera) nell'area superprotetta di Allawi Hilla, dove hanno sede diversi ministeri e ambasciate. La polizia ha fatto sapere che dapprima due autobombe sono esplose, una vicina all'Istituto per le Comunicazioni, e una nei pressi del ministero degli Esteri.

Successivamente un kamikaze si è fatto saltare in aria all'entrata del ministero della Giustizia e altri terroristi sono entrati armi in pugno nell'edificio. Le forze speciali sono intervenute rapidamente uccidendo gli assalitori e liberando tutto il personale del dicastero. Secondo un deputato, Hakim Al Zamily, gli assalitori hanno ucciso quattro guardie del ministero.

L'intera area è stata sigillata dalle forze di sicurezza, mentre colonne di fumo nero si alzavano nel cielo dai luoghi degli attentati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS