Navigation

Iraq: attentato a pellegrini sciiti, almeno 41 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 febbraio 2010 - 12:51
(Keystone-ATS)

BAGHDAD - Sono almeno 41 i pellegrini sciiti morti oggi in un attentato a Baghdad e 106 i feriti. Lo ha reso noto il ministero dell'Interno.
Fra le vittime ci sono donne e bambini. L'attacco è avvenuto in una tappa, alla periferia di Baghdad, del pellegrinaggio alla città santa sciita di Kerbala, mentre i pellegrini si rifocillavano con cibo e bevande.
Secondo un comunicato del comando militare, "alle 11,45 (le 9,45 in Svizzera), una donna kamikaze ha fatto esplodere la sua cintura esplosiva nel mezzo di una folla di pellegrini che si recavano a Kerbala, nella regione di Boub al-Cham", nella periferia nord di Baghdad.
I pellegrini si recavano nella città santa per commemorare il prossimo 5 febbraio il 40/o giorno dall'anniversario della morte dell'imam Hussein, figlio di Ali e nipote di Maometto, ucciso nel 680 dalle truppe del califfo omayyade Yazid.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.