Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo un attentato all'auto bomba ieri a Baghdad.

Keystone/AP/ALI ABDUL HASSAN

(sda-ats)

Almeno 55 persone sono state uccise e una sessantina ferite oggi nell'esplosione di un'autobomba a Baghdad. Lo riferisce la televisione panaraba al Arabiya, citando fonti della sicurezza locali. L'Isis ha rivendicato l'attentato.

Secondo il portavoce delle operazioni militari a Baghdad, generale Saad Maan, un'autobomba è esplosa nel distretto a maggioranza sciita di Bayya, nel sud-ovest della capitale, un'area dove sono situati molti rivenditori di auto e normalmente affollata nel pomeriggio del giovedì, primo giorno del fine settimana islamico.

L'attentato è stato rivendicato dallo Stato Islamico (estremisti sunniti, ndr): in un comunicato diffuso tramite la sua agenzia Aamaq afferma di avere voluto colpire i musulmani sciiti.

Ieri altre 15 persone erano morte e circa 50 erano rimaste ferite in un attacco suicida nel quartiere a maggioranza sciita di Sadr City.

L'attentato di ieri non è stato rivendicato, ma anche in quel caso si sospetta che sia stato compiuto dall'Isis in risposta all'offensiva delle truppe lealiste che negli ultimi mesi ha portato alla riconquista dei quartieri orientali di Mosul.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS