Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una donna è stata arrestata in Iraq mentre cercava di piazzare una bomba vicino a una scuola elementare a sud di Baghdad. Lo ha reso noto oggi il ministero dell'Interno, dopo che ieri 14 alunni erano morti nell'esplosione di un camion-bomba in una scuola a Qabak, non lontano dal confine con la Siria.

"Una pattuglia dell'esercito ha catturato una donna mentre cercava di piazzare una carica esplosiva vicino alla scuola elementare Al Bashir nel centro di Madayen, 30 chilometri a sud di Baghdad", ha fatto sapere in un comunicato il ministero.

Una squadra di artificieri è intervenuta sul posto ed ha disinnescato l'ordigno. Fonti del ministero dell'Interno hanno anche riferito che sei soldati e tre membri delle milizie Sahwa (Risveglio), ingaggiate nella lotta contro Al Qaida, sono stati uccisi oggi dall'esplosione di due bombe al passaggio della loro pattuglia congiunta. L'attentato, che ha provocato anche quattro feriti, è avvenuto a Nibai, località 45 chilometri a nord della capitale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS