I jihadisti dello Stato islamico (Isis) si sono impadroniti oggi della diga a nord di Mosul sul fiume Tigri, una delle più grandi del Paese, dopo che i combattenti Peshmerga curdi si erano ritirati. Lo riferiscono fonti locali.

In precedenza fonti curde avevano detto che all'alba era stato respinto un assalto dei miliziani islamici, 8 dei quali erano stati uccisi e 12 fatti prigionieri.

Costruita nel 1986, la diga è alta 131 metri e lunga 3,2 chilometri ed ha un'importanza strategica perché da essa dipende l'irrigazione di vaste aree della provincia di Ninive.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.