Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

KERBALA (IRAQ) - Almeno ventisette persone sono rimaste uccise per una esplosione in Iraq, nella città santa sciita di Kerbala, durante un rito religioso. E' stato un proiettile di mortaio a provocare la strage, ha reso noto il governatore della provincia, Amal Eddine al-Her.
"Un proiettile di mortaio sparato dalla regione agricola a nordest di Kerbala ha ucciso 27 pellegrini sciiti e ferito altri 56 a Kantarat al Salam", tre chilometri a est di Kerbala, ha detto al-Her, che ha accusato dell'attentato Al Qaida e i baathisti.
Si tratta del terzo grave attentato questa settimana contro i pellegrini sciiti, in un clima di grande tensione politica a causa del bando di numerosi candidati, molti dei quali sunniti, dalle prossime elezioni del 7 marzo.
Più di un milione di pellegrini da tutto il mondo festeggiano oggi a Kerbala il 40/o giorno della morte dell'imam Hussein, ucciso 13 secoli fa in battaglia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS