Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 250 famiglie sfollate nel Nord dell'Iraq hanno ricevuto kit d'emergenza, pacchi alimentari e per l'igiene: in coordinamento con le autorità locali e il team in Iraq delle Nazioni Unite, l'Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim) ha infatti consegnato aiuti a 250 famiglie fuggite delle violenze a Mosul e giunte a Al-Shikhan, quartiere settentrionale del governatorato di Ninive.

Gli aiuti - precisa una nota pubblicata a Ginevra dall'Oim - includono tra l'altro coperte, materassi, una cucinetta a gas, aiuti alimentari per un mese, forniti dal Programma alimentare mondiale (Pam), taniche e articoli sanitari essenziali dell'Unicef.

La maggior parte di queste famiglie vivono in scuole, moschee e abitazioni private. La settimana scorsa centinaia di migliaia di iracheni sono fuggiti dal governatorato di Ninive verso il Kurdistan iracheno con l'avanzata dei jihadisti dell'Isis. L'Oim prevede di continuare a distribuire generi di prima necessità urgenti alle famiglie più vulnerabili nella regione.

SDA-ATS