Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I familiari di soldati iracheni scomparsi da giugno in una base militare conquistata dallo Stato islamico (IS) hanno dato l'assalto oggi al Parlamento a Baghdad per protestare contro la mancanza di notizie sui loro congiunti. Un membro del Parlamento ha detto che l'assalto ha provocato alcuni feriti. Forze speciali dell'esercito sono state inviate per circondare il Parlamento e riportare la situazione sotto controllo.

Oggi l'assemblea doveva discutere di quanto avvenuto l'11 giugno scorso, quando la base Spiker, 13 chilometri a nord di Tikrit, sede dell'accademia dell'aeronautica militare, è stata conquistata dai jihadisti.

Secondo voci non confermate fino a 1.700 militari potrebbero essere stati uccisi dallo Stato islamico e immagini di esecuzioni compiute da miliziani con il volto coperto sono circolate su vari siti.

Secondo voci non confermate, una parte dei soldati potrebbe essere tenuta in ostaggio dall'IS e i familiari chiedono di avere notizie certe in proposito.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS