Navigation

Iraq: parlamento approva accordo tra leader politici

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2010 - 18:16
(Keystone-ATS)

BAGHDAD - Il Parlamento iracheno ha oggi ufficialmente approvato l'accordo tra i leader politici che tre giorni fa ha consentito dopo otto mesi la la fine dello stallo istituzionale e l'elezione del presidente del Parlamento stesso e del presidente della Repubblica, ma che poi era stato messo nuovamente in discussione da una parte di deputati.
In particolare da una sessantina di deputati del gruppo al Iraqiya dell'ex premier Iyad Allawi, che avevano abbandonato l'aula al momento della votazione che ha poi portato alla rielezione del presidente della Repubblica, Jalal Talabani.
Secondo quanto ha riferito ai giornalisti il deputato Hady al Amery, i 250 deputati presenti, su 325, hanno approvato a grande maggioranza la cosiddetta "iniziativa Barzani", dal nome del presidente regionale curdo Massud Barzani che è stato al centro della mediazione.
Alla sessione del Parlamento, la prima sotto la guida del neopresidente dell'assemblea, il sunnita Osama al Nujaify, hanno partecipato anche molti dei circa 60 deputati di al Iraqiya che avevano abbandonato l'aula giovedì sera, pretendendo che venisse ratificata la clausola dell'accordo che prevede la reintegrazione di tre esponenti del loro gruppo banditi perchè ritenuti legati al disciolto partito Baath di Saddam Hussein.
Ratifica, hanno affermato alcune fonti, che avverrà entro dieci giorni, spianando così anche la strada alla formazione del nuovo governo che, come ha anticipato il presidente Talabani, sarà guidato nuovamente dal premier uscente, lo sciita Nuri al Maliki.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?