Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Messi in gabbia, cosparsi di benzina e bruciati vivi: è il destino capitato a un'intera famiglia e ad altri civili iracheni, in tutto 12, uccisi dall'Isis nella zona centro orientale di Huwayja, sacca di resistenza jihadista tra Kirkuk e il Tigri.

Lo riferisce la polizia di Kirkuk, secondo cui i 12 civili uccisi erano stati catturati dai miliziani dello 'Stato islamico' mentre tentavano di fuggire da Huwayja. Le informazioni e la ricostruzione degli eventi non possono essere verificati in maniera indipendente.

SDA-ATS