Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BEIRUT - Dopo appena 17 minuti, è stata aggiornata a tempo indeterminato la prima sessione del nuovo Parlamento iracheno, nato dalle elezioni del 7 marzo scorso.
L'assemblea, temporaneamente presieduta dal deputato più anziano, il curdo Fuad Massoum, ha quali primi compiti quello di eleggere il suo presidente e il Capo dello Stato, che a sua volta dovrà poi conferire l'incarico di formare il nuovo governo al leader del gruppo parlamentare che ha il maggior numero dei 325 seggi che formano il Parlamento.
Al momento non ci sono indicazioni su chi potrebbe essere chiamato a guidare il prossimo esecutivo, mentre per quanto riguarda l'elezione alla presidenza del Paese, il presidente uscente, ovvero il curdo Jalal Talabani, sembra avere discrete possibilità di ottenere una riconferma.
Nel corso di una breve cerimonia in cui è stato suonato l'inno nazionale e sono stati letti dei versetti del Corano, i deputati hanno prestato giuramento di "mantenere la sovrantà e l'indipendenza dell'Iraq e di proteggere gli interessi del popolo" iracheno.
IL presidente provvisorio dell'assemblea ha quindi dichiarato chiusa la riunione affermando che la sessione rimarrà invece aperta fino a quando i gruppi politici non avranno raggiunto un accordo e si potrà procedere con le elezioni richieste.

SDA-ATS