Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ventisei cittadini del Qatar entrati in Iraq per dedicarsi alla caccia con il falco sono stati sequestrati da un gruppo di uomini armati nel sud del Paese, secondo quanto riferito oggi da una fonte della polizia di Baghdad.

Secondo la stessa fonte, uno dei rapiti sarebbe un membro della famiglia reale di Doha. La polizia ha detto che i rapitori indossavano uniformi dell'esercito iracheno.

I qatariani sono stati rapiti in un'area desertica nei pressi di Najaf, città santa sciita a circa 130 chilometri a sud di Baghdad. Successivamente sono stati portati in una località sconosciuta.

Fonti irachene hanno sottolineato che è consuetudine, fin dai tempi del regime di Saddam Hussein, per cittadini arabi delle monarchie del Golfo entrare in auto in territorio iracheno e raggiungere zone desertiche per praticare la caccia con il falco.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS