Navigation

Iraq: tv, IS uccide 50 persone nella regione di Anbar

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 novembre 2014 - 16:23
(Keystone-ATS)

Circa 50 persone, tra cui donne, sono state uccise in Iraq da miliziani jihadisti dello Stato islamico (IS) nella regione occidentale di al-Anbar. Lo riferisce oggi la tv panaraba al-Arabiya, citando fonti locali secondo cui i jihadisti hanno giustiziato sommariamente 50 civili membri di una stessa tribù di Ras al-Maa, nella provincia di Ramadi.

Intanto la polizia egiziana ha smantellato un cellula di 5 persone appartenenti all'IS che rientravano dalla Siria a Damietta, sulla costa mediterranea. Lo si apprende da fonti della sicurezza secondo cui il gruppo era stato incaricato dai vertici dell'IS di compiere attentanti in Egitto.

Nella casa dove si nascondevano i cinque sono stati trovati cellulari e computer con foto della loro presenza in Siria e video del loro addestramento, hanno aggiunto le fonti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.