Navigation

Irene: Bloomberg, tempo evacuare scaduto, state a casa

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 agosto 2011 - 10:44
(Keystone-ATS)

Il tempo di evacuare è scaduto: ora state al riparo, state a casa. È l'appello accorato del sindaco di New York Michael Bloomberg all'arrivo dell'uragano Irene sulla Grande Mela. Le condizioni si sono deteriorate nelle ultime ore, con l'allarme tornado: "preparatevi a possibili blackout", usate le torce "e se usate le candele fate attenzione". Ma Bloomberg incita anche: "New York è la più grande città al mondo, supereremo l'uragano".

La ConEdison, la società che gestisce l'elettricità, deciderà nelle prossime ore possibili interruzioni e alcuni palazzi a Lower Manhattan, aree di evacuazione, sono già stati avvertiti che fra qualche ora "l'elettricità - spiega un responsabile di uno dei palazzi evacuati alla Cnn - sarà staccata". Sono già un milione gli americani rimasti senza corrente elettrica in North Carolina e in Virginia. "State lontani dalle finestre" e chi abita ai piani alti eviti l'ascensore, aggiunge Bloomberg. Le luci della Grande Mela sono ancora tutte accese a Times Square che è deserta, solo pochi taxi in circolazione e qualche turista che ripiega negli alberghi con l'intensificarsi delle piogge. Molte le sirene di ambulanze e pompieri.

L'uragano Irene ha lasciato sulla propria strada almeno 9 morti. Le strade in New Jersey stanno iniziando a chiudere e la situazione rischia di peggiorare: gli allarmi tornado lanciati dal National Weather Center indicano che venti pericolosi si muovono sulla costa del New Jersey. Il 90% di Atlantic City è stata evacuata. Il servizio di trasporto pubblico sospeso a Boston per l'intera giornata. Ma non tutti credono agli allarmi: a Provincetown, rinomata località marittima del New England, i turisti non hanno abbandonato e molti preferiscono dormire nelle loro barche. "È meglio dall'acqua, belleremo un po'", affermano alla Cnn padre e figlio dalla loro imbarcazione, da dove aspetteranno l'uragano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?