Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per il gruppo tipografico "Imprimeries Réunies Lausanne" (IRL) di Renens (VD) è stata trovata una soluzione: è stata costituita una società che intende rilevare l'azienda minacciata di chiusura. Almeno 69 posti di lavoro su 126 potranno essere salvati, ha fatto sapere oggi il Consiglio di Stato vodese.

Il progetto assicura il futuro del sito, ha dichiarato Philippe Leuba, capo del Dipartimento dell'economia. Il risultato va oltre quanto si sperava all'inizio, ha assicurato il membro dell'Esecutivo. Il personale dovrà però accettare un taglio del 15% dei salari.

A metà luglio Swissprinters aveva annunciato di voler chiudere la tipografia di Renens, per concentrare le attività a Zofingen (AG). La misura era stata attribuita ai risultati negativi persistenti nella sede vodese. Swissprinters è controllata dai gruppi editoriali Ringier, NZZ e Tamedia Publications Romandes (TPR).

Il gruppo aveva già subito una ristrutturazione l'anno scorso. Anche in quelle circostanze aveva chiuso i siti di produzione zurighesi e sangallesi, privilegiando la sede di Zofingen.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS