ROMA - Il cardinale Sean Brady, il primate della Chiesa cattolica d'Irlanda, ha negato che il Vaticano stia cercando di convincerlo a dimettersi per il suo asserito ruolo nello scandalo dei preti pedofili. Lo riferisce la BBC online.
Citando non meglio precisate fonti vicine alla Santa Sede, il quotidiano britannico Times scrive oggi che se il cardinale Brady non rinuncerà spontaneamente alla sua carica, verrà obbligato a farlo anche se non esistono specifiche procedure canoniche.
"Notizie di questo genere per quanto mi riguarda non meritano nemmeno una replica", ha detto alla BBC un portavoce dell'alto prelato irlandese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.