Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sessanta miliziani dello Stato islamico (Is) sono stati uccisi in una serie di raid aerei compiuti la scorsa notte dall'aviazione irachena nella provincia di Babilonia, a sud di Baghdad. Lo riferiscono fonti della sicurezza locali secondo cui sono stati presi di mira "una serie di obiettivi appartenenti all'Is nell'area di Jurf al-Sakher, 45 chilometri a nord-ovest di Hilla, il capoluogo della provincia". Negli attacchi sono stati anche distrutti due nascondigli dei jihadisti nel vicino distretto di Fadiliya.

Intanto cinque miliziani dell'Is sono rimasti uccisi oggi nell'esplosione di un ordigno all'interno di una clinica di fortuna per i jihadisti a Jalawla, circa 120 chilometri a nordest di Baghdad, secondo fonti della sicurezza locale. Tra le vittime vi sarebbe anche un leader locale dell'Is, Abu Kanana.

Le fonti hanno precisato che la bomba è esplosa nella casa di un ufficiale della polizia sequestrata dai jihadisti, che l'hanno trasformata in una clinica improvvisata per curare i propri miliziani.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS